Vortex

Vortex è una delle due startup vincitrici della prima call di RedZone di SAES, il programma di accelerazione dedicato alle startup che operano nel campo della scienza dei materiali.

Vortex nasce nel 2020 dall’idea dei due fondatori Lorenzo Picco e Simone Piccolo di costruire un modello di business ispirato ai pilastri della sostenibilità ambientale, economica e sociale.

La startup si propone di trovare soluzioni innovative per i sottoprodotti agroalimentari, sia dal punto di vista ambientale che economico, nobilitandoli (upcycling) per i settori alimentare, nutraceutico e petfood.

Vortex ha già creato un marchio cosmetico validato sul mercato con il nome NASTE Beauty. Scopri il negozio NASTE.

Il piano di sviluppo di Vortex trova forti punti di contatto con le piattaforme tecnologiche di Open Labs poiché la loro iniziativa imprenditoriale presenta numerose sinergie con la visione del futuro di SAES.

All’interno di RedZone, Vortex avrà la possibilità di introdurre in capsule realizzate con materiali biologici un estratto (un principio attivo) proveniente dalla nobilitazione degli scarti dell’industria agroalimentare, sempre supportato e guidato dai tecnici SAES.

L’obiettivo del progetto è sia creare un MVP del mercato di un prodotto antiacne efficace, sostenibile e totalmente biologico, sia valutare l’applicazione della stessa tecnologia nel mercato B2B.

Mimotype

Mimotype è la seconda startup vincitrice della prima call del programma di accelerazione RedZone.
È un’azienda di nanotecnologie di Berlino che si occupa dell’innovazione dei materiali biomorfi. La loro missione? Reinventare la luce. Incontriamo i due fondatori: Claudio e Danilo.